Menu
Notaio Alice Pinna - Studio notarile roma

Procura notarile: cos’è, costo e come fare

Una procura notarile è l’atto con cui un soggetto “delega” un rappresentante affinché compia in suo nome uno o più atti giuridici.

La sottoscrizione di una procura notarile è uno dei servizi offerti dallo studio notarile Roma  Notaio Alice Pinna.

È possibile distinguere due tipi di procure dal notaio: speciale e generale.

La prima, chiamata anche delega, è l’atto attraverso il quale un soggetto autorizza un altro soggetto a compiere in sua vece un singolo atto o a una parte specifica degli affari.

Mentre, si parla di procura notarile generale quando si vuol far valere la delega per tutti gli affari, sia presenti che futuri, del soggetto richiedente.

Per sottoscrivere una procura notarile è necessario presentare dei documenti che variano in base al tipo e agli scopi della procura stessa:

  • Documento di riconoscimento,
  • codice fiscale,
  • generalità della persona a cui si vuole conferire la procura.

Il testo della procura deve contenere in maniera precisa i poteri attribuiti al procuratore, per questo è consigliabile che il testo sia fornito dalla figura del notaio.

La procura speciale, essendo conferita per un solo affare, non è soggetta a registrazione e viene restituita al cliente dal notaio in originale. Non se ne possono fare copie e cessa di avere efficacia nel momento in cui termina l’incarico particolare per il quale è stata rilasciata.

La procura notarle generale, invece, è soggetta a registrazione, può essere rilasciata anche a tempo indeterminato ed è efficace fino a revoca. Ha un costo maggiore rispetto alla procura speciale. Il notaio ha il compito di depositare l’originale e conservarlo nella sua raccolta, e potrà rilasciare al cliente solo tutte le copie richieste.

Costo procura notarile

Non è più fisso, ma rimane a discrezione dello studio notarile. Vi invitiamo a richiedere un preventivo.

Il notaio si occupa anche della revoca della procura, che è sempre possibile, a meno che l’atto stipulato non specifichi il contrario. Per attivare la procedure di revoca, basta consegnare una copia della procura al notaio, il quale penserà all’annullamento dell’atto.

Un esempio di quando serve la procura notarile è nelle fasi di compravendita. La procura a vendere immobili è necessaria nel caso in cui sopraggiunga un impedimento per una delle parti, e non si vuol fare posticipare a data da destinarsi la firma del contratto.

È utile anche se si vive in un paese straniero, o se non si potrebbe comunque essere presenti per motivi di salute.

News Giuridiche

10/08/2018

ADS vs beneficiario: chi decide sulle cure mediche?

Amministrazione di sostegno...